$50SAT

By | 1 luglio 2015

$50SAT è il nome di un piccolissimo satellite sperimentale – è un parallelepipedo di 5 x 5 x 7.5 cm – costruito in  collaborazione fra la Morehead State University del Kentucky (USA) e tre radioamatori: Howie DeFelice (AB2S), Michael Kirkhart (KD8QBA), and Stuart Robinson (GW7HPW).

50sat

Noto anche come Eagle 2 ed Oscar 76 – Oscar è l’acronimo di Orbiting Satellite Carring Amateur Radio – il microsatellite è costruito esclusivamente con componenti elettronici commerciali, e deriva il suo nome dal valore del materiale utilizzato, poco più di una quarantina di euro. E’ basato su due circuiti stampati da 4 x 4 cm.

Il primo ospita la parte logica, costruita attorno ad un microprocessore Picaxe 40X2 (costo circa 4€) programmato in Picaxe Basic, e la sezione radio, basata su un micro RTX HopeRF RFM22B: un dispositivo adatto ad applicazioni come radiocomandi e automazione, e che trasmette in gamma 433MHz con una potenza di soli +20dBm (100mW). E’ uno dei componenti costosi: sul mercato è quotato intorno ai 10€.

Il secondo contiene il sistema di alimentazione, che converte l’energia raccolta dai piccoli pannelli fotovoltaici disposti sui lati del satellite e provvede a caricare la batteria, una normale batteria a ioni di litio da 3.7V da videocamera.

Completa il satellite il sistema di antenna, che utilizza del comune nastro di acciaio simile a quelli dei metri flessibili.

Il satellite è programmato per trasmettere il proprio nominativo in codice morse, a 15 parole minuto, e delle informazioni telemetriche, sia in RTTY in FSK che in morse ad alta velocità (120 ppm). Il sistema è anche in grado di ricevere comandi da terra.

A 19 mesi dal lancio, avvenuto il 21 novembre del 2013, il satellite è tutt’ora operativo, anche se la telemetria indica che le condizioni della batteria vanno degradando e che quindi è probabile che la sua vita operativa sia agli sgoccioli.

E’ però una conferma dell’importanza del ruolo che la sinergia fra spazio, scuole, università ed anche semplici appassionati possano avere nello stimolare l’esplorazione di sentieri che parrebbero totalmente fuori portata.

Per inciso, $50Sat è stato lanciato come carico secondario di un satellite italiano, Unisat 5.

Il sito del progetto, con le informazioni sullo stato, è su http://www.50dollarsat.info/.

One thought on “$50SAT

  1. Pingback: Visto nel Web – 190 | Ok, panico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *